Scopri perchè scegliere Pinalli
  • Spedizione gratuita da 25 Euro
    e consegna entro 48 ore
  • Campioni gratuiti per ogni ordine
  • I prezzi migliori
    su oltre 10.000 prodotti
  • Reso facile
    fino a 2 mesi dall'acquisto
EL_20160729084838.jpg
Beauty Stories

Estée Lauder: dalla parte delle donne

50.jpg
 
“La bellezza è un'attitudine. Non c'è nessun segreto. Perché tutte le spose sono belle? Perché il giorno del loro matrimonio si preoccupano di come appaiono. Non esistono donne brutte - esistono solo le donne che non si curano o che non credono che siano attraenti.” Estee Lauder
 
 
 
LA PROFESSIONISTA
 
Matriarca incontrastata dell’industria mondiale della bellezza, a capo dell’ultima azienda cosmetica totalmente indipendente (e quotata in Borsa sin dal 1995), Estée Lauder è scomparsa nell’aprile del 2004 all’età di 97 anni. Josephine Esther-Mentzer (quello era il suo vero nome) era partita dal nulla; figlia di un commerciante (ferramenta) ebreo di origine ungherese e di una casalinga, aveva trascorso gli anni dell’infanzia e della giovinezza a Corona, nel quartiere popolare newyorkese del Queens, e lì si era accostata per la prima volta alla lavorazione di preparati cosmetici all’interno di un rudimentale laboratorio allestito da uno zio paterno, un chimico impegnato nella produzione di unguenti (cere lenitive).
Venditrice attenta e lungimirante, già nel primo dopoguerra la giovane Josephine passava di casa in casa, di porta in porta, cercando di vendere i miracolosi preparati prodotti artigianalmente nel laboratorio di famiglia; le sue “cere” divennero presto veri e propri must, presenti in ogni salone di bellezza o hotel di lusso della Grande Mela, ed il loro successo favorì la fondazione di lì a poco della ditta ancora oggi leader nel mercato cosmetico.
Nel 1946, infatti, “Esty” (all’americana Es- tee) decise con il marito Joseph Lauter, un immigrato austriaco incontrato nel 1930 e sposato per ben due volte, di dar vita ad un’azienda attiva nella ideazione e distribuzione di prodotti di bellezza; polveri, pozioni, fanghi, terre, emollienti continuarono ad essere venduti personalmente dalla loro creatrice, che rivoluzionò l’intero marketing della cosmesi proponendo due metodi (formule) tuttora in voga: la distribuzione di campioni prova gratuiti, e l’abitudine di premiare con un secondo prodotto omaggio l’acquisto di un preparato.
La moderna Estee Lauder (L’azienda) vende oggi in oltre 130 Paesi, e dà lavoro a più di 20.000 dipendenti; la capacità imprenditoriale di Estée Lauder è stata riconosciuta a livello internazionale: nel 1998, addirittura, il settimanale Time ha inserito la regina dei cosmetici, unica donna, nella lista dei 20 geni finanzieri più influenti del XIX secolo.
 
 
 
LA DONNA
 
La professionalità e la lucidità di Estée Lauder sono dunque fuori discussione; la sua scomparsa ha rappresentato una grande perdita per il mercato della bellezza, ma è stata almeno parzialmente lenita dall’immortalità di iniziative legate al nome della tenace e battagliera imprenditrice, da sempre dalla parte delle donne.
Per l’Italia, da ricordare la Campagna Nastro Rosa in collaborazione con LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), voluta per sensibilizzare tutte le donne sull’importanza della corretta prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori al seno.
La Campagna 2005 si è conclusa il 27 ottobre, ed ha permesso la stesura di un Manifesto della Prevenzione alla cui preparazione il Gruppo Estée Lauder ha partecipato attivamente, finanziando l’attività degli ambulatori della LILT con il 10% delle vendite del mese di ottobre di alcuni prodotti della Maison. Simboleggiata da un piccolo nastrino di colore rosa, l’iniziativa è rivolta a donne di ogni età cui deve giungere un fondamentale messaggio: la diagnosi precoce è attualmente l’arma più efficace per vincere il tumore al seno; l’attenzione non deve dunque mai sopirsi, né la ricerca (e con essa la speranza) affievolirsi.
Estée Lauder ne era convinta, così come credeva fortemente nella bellezza innata di ogni essere femminile: “il più bel volto del mondo”, diceva, “è il tuo”. E ripeterlo non può che fare bene.
 
 
 
Scopri tutti i trattamenti
Estée Lauder!